Archivio news

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sulla situazione Maturità rispetto all’emergenza #coronavirus che stiamo vivendo. Alla luce di una situazione che si evolve di giorno in giorno, vogliamo analizzare i possibili scenari in vista di un appuntamento formativo che riguarda ogni anno migliaia di studenti e docenti.

LO STATO DELL’ARTE
Quello che sappiamo è che le scuole, al momento, sono aperte per le attività di segreteria e dirigenza, mentre tutta l’attività didattica in presenza è sospesa fino al prossimo 3 aprile. Probabile che lo stop sarà prorogato fino alle vacanze di Pasqua. L’apprendimento, dunque, si fa tutto online. Le scuole si stanno attrezzando, alcune meglio, altre con qualche difficoltà. Le criticità riguardano soprattutto le connessioni web delle famiglie e la dotazione di strumenti come pc e tablet. In difficoltà sono soprattutto gli studenti che vivono nelle aree più interne del Paese. Il Ministero dell’Istruzione sta cercando di correre ai ripari chiedendo uno stanziamento di circa 80 milioni di euro destinati in parte alle famiglie degli studenti per migliorare il collegamento alla rete e l’acquisto di computer e device. Deciderà il Premier in un prossimo decreto.

LA MATURITA’ SI FARA’?
Per ora dal Ministero fanno sapere che il programma della maturità resta invariato con le date fissate in calendario. Ma che succede se l’emergenza coronavirus continua? Il Ministro dell’Istruzione ha già anticipato di stare lavorando ad un piano di emergenza.

Ecco le ipotesi che circolano:

  1. Possibilità di svolgere la maturità online. La prova scritta potrebbe essere effettuata su pc, mentre quella orale con collegamento a distanza (un po’ come sta già succedendo per le sedute di laurea in molti atenei).
  2. L’emergenza rientra e l’esame si fa nella versione classica con le prove scritte e quelle orali, anche se con nuove regole di contatto e vicinanza con il prossimo.
  3. La maturità si sposta fino al mese di settembre. Questa è l’ipotesi meno probabile soprattutto perché dal 1 settembre partono i test per l’accesso alle università a numero chiuso.

La situazione si evolve di giorno in giorno e vi terremo aggiornati. Ricordiamo che Docet ha previsto per tutti gli studenti una attività di “didattica online” fino alla ripresa delle regolari lezioni in aula. Una buona pratica attiva già da diversi anni e Docet è uno dei pochissimi Istituti a proporre questo ulteriore servizio nel territorio di Bologna e provincia.

Le ultime news

21-01-2021

Con la pandemia cresce la dispersione scolastica, ma Docet rappresenta un’alternativa

La pandemia ha stravolto il mondo dell’istruzione da quasi un anno ed aumentato il tasso di dispersione scolastica. Prevenire la dispersione scolastica è un problema comune a tutti i Paesi…

Leggi tutto
14-01-2021

Scuola, il 2021 sarà un anno sempre più “digitale”

Tutti speravamo che il 2021 fosse l’anno della svolta contro il Covid-19. E in effetti lo è grazie alla diffusione del vaccino, ma ci vorrà tempo prima di poter riprendere…

Leggi tutto
22-12-2020

Gli Auguri di Docet: la sfida è stata superata e affrontiamo il futuro con ottimismo e determinazione

L’anno appena trascorso ha messo a dura prova ogni nostra resistenza fisica e psicologica. La pandemia ha colpito duro, ha stravolto le nostre abitudini e le nostre vite. In un…

Leggi tutto